Chi siamo


La compagnia teatrale “Petit Soleil” nasce nel 1994 a Trieste in seguito all’entusiasmante esperienza professionale del regista e fondatore della compagnia, Aldo Vivoda, presso la celebre compagnia francese del “Théatre du Soleil” di Ariane Mnouchkine.

Attualmente, la compagnia è composta da Aldo Vivoda (direttore artistico) , Paolo Butti, Sara Cechet Woodcock, Guido D’Ascenzo, Francesca Giorgini, Valentyna Kryvoroucko e Stefania Maffeis

Un gruppo eterogeneo, composto da attori professionisti provenienti da esperienze e percorsi di studio diversi, con in comune il desiderio della creazione teatrale, sotto ogni punto di vista (dalla recitazione alla scenografia, dai costumi alla grafica), e che segue con tenacia questa inclinazione. Un gruppo in cui la pluralità è ricchezza e mai limite, ma sempre forza e spinta propulsiva.

L’affinità tra il progetto triestino e la solida realtà parigina non risiede solamente nel nome, ma, ben più importante, nella maniera di concepire e fare teatro. Il “Petit Soleil” si fa portavoce di un teatro d’arte, come luogo di vera e propria ricerca artigianale di un lavoro fisico di qualità e di una profonda verità teatrale, dove creatore e, contemporaneamente, principale strumento di lavoro è un attore il più possibile completo e umile. Il teatro si converte in un modo di vivere, una celebrazione, un prendere contatto con l’altro ed è caratterizzato, da una parte, da disciplina, lavoro instancabile, applicazione e, dall’altra, dall’esplorazione delle sensazioni ed emozioni, della fantasia e della trance. Il nostro è un teatro di poesia e non di prosa, un teatro dell’immagine, dei sentimenti, un teatro di contrasto e sorpresa, di rito e parodia, di sensualità e mistero, un teatro che dall’esagerazione si avvia alla semplicità. Un teatro dove il teatro si confonde con la vita. O forse è proprio vita?

 

 Francesca Giorgini

Sono nata e vivo a Trieste. Da sempre amante del teatro, ho coltivato la passione per la recitazione parallelamente agli studi, che mi hanno portato a laurearmi in Scienze Politiche e ad intraprendere una carriera nell’ambito della comunicazione culturale. Ho frequentato, tra gli altri, laboratori teatrali tenuti da Maurizio Soldà e Diana Hobel. Nel 2015 c’è stato l’incontro con Aldo Vivoda e il Petit Soleil, con cui ho iniziato un percorso formativo e artistico che mi ha portato a un ruolo negli spettacoli “Ipocrisia” (2016) e “Ivanov” (2017), a partecipare stabilmente al Cabaret Linguacce ConGliOcchialiDaSole e a contribuire attivamente alla gestione da parte della compagnia del Teatro San Giovanni di Trieste.
 
 
 
 
 
 

Guido D’Ascenzo 

 
Lavoro da 19 anni nel campo teatrale occupandomi principalmente di Teatro Ragazzi. Mi sono formato alla Scuola di Recitazione di Maria Cristina Giambruno; nella mia città d’origine, L’Aquila, ho lavorato con il Teatro Stabile di Innovazione L’Uovo e con il Teatro Stabile d’Abruzzo, esibendomi in oltre 800 spettacoli nei teatri di tutta Italia. Mi sono laureato in Scienze della Formazione con una tesi sul Teatro Ragazzi ed ho tenuto laboratori teatrali per scuole di ogni ordine e grado, per associazioni di portatori di handicap e all’interno di istituti di pena.
 
 

Valentyna Krivoruchko 

 
Artista del Balletto dell’ Ensamble Accademico Statale di Donetsk (Ucraina) Durante il lavoro svolto si esibiva nelle miglior teatri del ex Unione Sovietica, tra cui s i più noti sono: Teatro Bol’hoj di Mosca, Kremlino, Sala Chaikovskogo di Mosca, Palazzo Ucraino di Kiev, Teatro di Soci, ecc. Insegnante delle Discipline Coreografiche presso Università di Arte e Cultura di Lugansk. Discipline che insegnava: Danza Classica, Storia del Balletto, Storia del Costume, Danza Folkloristica. Insegnava anche’ presso la facoltà di Registi e Attori di Teatro. In questi anni ha formato il proprio Ensamble, che rappresentava tale Università. Faceva i programmi coreografici completi, molto importanti per il Circo di Mosca, vari Teatri e TV.